Prendi il controllo delle conversazioni online

Prendi il controllo delle conversazioni online

Nelle ultime settimane ho incontrato imprese di vari settori che hanno differenti approcci e sensibilità verso il Digital Customer Service. Lo dimostrano le considerazioni espresse dai customer service manager e le domande super operative da parte degli assistenti clienti, che sono ogni giorno ‘in prima linea’. Eppure esiste un elemento comune e ricorrente che prescinde dal settore merceologico: il cliente fa la prima mossa iniziando la conversazione via social network, di conseguenza sta ora alle imprese riprendere il controllo delle conversazioni online.

Il cliente lancia ami: tu cosa fai? 

Settimana scorsa ho partecipato al webinar sul Digital Customer Service in cui sono stato ospite degli amici di Trustpilot. È emerso con forza il tema che accomuna le recensioni online e le social-conversazioni:  in entrambi i casi i clienti lanciano ami di conversazioni, in pubblico. È come se affiggessero i loro commenti sulle vetrine del tuo negozio e chiunque vi passi davanti li noterà. Ma non solo, qualsiasi altro passante – o se preferisci ‘spettatore’ – noterà anche:

  • Se hai risposto al cliente in questione → quindi se ti fai carico delle sue offrendogli assistenza anche attraverso i canali digitali
  • Quando hai risposto → hai dato riscontro in tempi ragionevoli considerando che i clienti sui canali digitali si aspettano risposte molto più rapide?
  • In che modo hai risposto → hai fornito informazioni esaustive e complete? Hai risolto il problema del cliente, oppure gli hai dato solo una risposta rapida per ‘condirlo’ via?

Slide webinar

Ti sei perso il webinar? Guarda la video-registrazione nel gruppo LinkedIn SCS >>

Prendi il controllo delle conversazioni online

In questo scenario imprese che operano in ambito B2C come GDO, trasporti, banche e assicurazioni – solo per citarne alcune –  hanno urgenza di predisporre un piano d’azione di Digital Customer Service per gestire i volumi crescenti di richieste di clienti attraverso social network e siti di recensioni online. Di conseguenza sorgono quesiti organizzativi impellenti:

– Chi deve rispondere al cliente?

– Entro quanto tempo?

– Come formare gli assistenti clienti digitali?

– Quali piattaforme digitali ci conviene utilizzare?

– Come misurare i risultati?

Sono temi caldi sulle scrivanie dei customer service manager che vanno affrontati in modo strategico e strutturato.

Conclusioni

Sempre più clienti iniziano le conversazioni online con le imprese perché si aspettano risposte ed assistenza tempestiva quando ne hanno bisogno. Ora sta a te prendere il controllo delle conversazioni online:

passa dalla teoria alla pratica grazie al kit online per il Digital Customer Service.

 

Immagine in evidenza: Unsplash.com

About Paolo Fabrizio

Pioniere del servizio clienti. Negli anni '90 partecipo alla startup della prima compagnia assicurativa online. Dal 2013 aiuto le imprese ad integrare i canali digitali nel servizio clienti. Autore del libro 'La Rivoluzione del Social Customer Service' sono consulente, formatore e speaker a eventi in italia e all'estero.

Related Posts