Due fattori vitali per far lievitare i tuoi KPI

Due fattori vitali per far lievitare i tuoi KPI

Quando abbracci il Digital Customer Service ti trovi a fare i conti con le metriche necessarie per misurare i risultati. Vanno ancora bene i KPI che utilizzi nel servizio clienti tradizionale (telefono / email)? Quali non sono più adeguati per l’assistenza digitale? Come aggiornarli? Dato che è un’attività che sto svolgendo per molti clienti in questo ‘caldo’ 2020 condivido con te due fattori vitali da tenere in considerazione.

1. È tempo di far evolvere i KPI in KBI

Posto che gli indicatori di performance [KPI] sono essenziali per misurare l’esito dei nostri sforzi consiglio di sceglierli con un approccio ‘agnostico.’ Lo dico perché il rischio di innamorarci di una metrica a prescindere dalla reale utilità nel nostro contesto organizzativo è elevato; di conseguenza di misurare ciò di cui non abbiamo bisogno! La stella polare al contrario è una e una sola, ovvero l’obiettivo strategico che ti sei prefissato: cosa vuoi ottenere integrando uno o più canali digitali nel tuo customer service?

TIP: finché non hai trovato una risposta chiara questa domanda è prematuro concentrarti sulla scelta delle metriche.

Se invece hai già definito i tuoi obiettivi sei già un passo avanti e soprattutto sei pronto ad ascoltare ciò che sto per dirti. Le metriche legate alle attività di un singolo dipartimento, ovvero a silos, sono di fatto obsolete. È il cliente che ce lo dice a chiare lettere attraverso il suo itinerario dato che entra in contatto:

  • Con i nostri negozi fisici e virtuali, il nostro sito web, i canali online pubblici (social e recensioni online) dove legge e condivide esperienze di altri utenti.
  • Con più reparti della nostra organizzazione (commerciale, marketing, assistenza clienti, contabilità, ecc.) prima, durante e/o dopo aver effettuato un acquisto.

Di conseguenza le imprese più lungimiranti hanno fatto evolvere i propri Key Performance Indicator [KPI] in Key Business Indicator [Key Business Indicator]. Si tratta quindi di definire alcune metriche trasversali in quanto cross-funzionali da utilizzare in più reparti. Un esempio: se decidi utilizzare il Net Promoter Score lo declinerai sia a livello ‘locale’ (marketing, customer service) in modo da ottenere dati e informazioni preziose sia a livello ‘nazionale’ (scelte di business). Ovviamente questo tema va affrontato in modo personalizzato e mirato in base alle singole esigenze specifiche al momento storico aziendale. Perciò se desideri approfondirlo possiamo proseguire la conversazione in privato.

2. Considera l’esperienza dei tuoi collaboratori

Passiamo ora al secondo dei fattori vitali da considerare. Da tempo si parla di curare anche l’Employee Experience (esperienza del collaboratori) ma sono ancora poche le realtà che si sono distinte. Infatti come ho sottolineato nel mio approfondimento audio del sabato sul canale Telegram se vuoi consolidare la relazione con il cliente devi curare nei dettagli le conversazioni, soprattutto quelle digitali. Di conseguenza mettere i tuoi collaboratori che le gestiscono – addetti servizio clienti / operatori contact centre / Assistenti Clienti Digitali nelle migliori condizioni per performare al meglio. Perciò chiediti:

  • Quanto sono coinvolti negli obiettivi di reparto / aziendali?
  • Si sentono parte di una squadra?
  • Quanto si sentono motivati / soddisfatti?
  • Quanto sono propositivi (idee. / proposte)?
  • Desiderano lavorare nel – o fuggire dal – servizio clienti?

Puoi trovare spunti utili e ispirazione da 3 imprese che hanno puntato sull’esperienza del propri collaboratori durante i momenti più complessi di questo 2020.

Sviscerando questi temi poni le basi per costituire una nuova area di metriche che ti consiglio di inserire nel tuo paniere in questo servizio clienti digitale in continua evoluzione. Perciò fai buon uso di questi due fattori vitali per sfruttare nuove opportunità di sviluppo del tuo Digital Customer Service, ovvero del tuo business.

Buone conversazioni!

Partecipa alla conferenza dell’anno sul  Customer Service. Gratis.

Il 26 e 27 agosto torna Customer Service & Experience Europe, la conferenza internazionale in cui manager e imprese mettono a fattor comune le proprie esperienze innovative in ambito servizio clienti. Quest’anno ci sono 3 importanti novità:
1. La conferenza si terrà online
2. Focus su best practice di Digital Customer Service
3. La partecipazione è gratuita! 😎

Cosa aspetti? Iscriviti ora >>

Customer Service & Experience Europe

About Paolo Fabrizio

Digital Customer Service Consultant, Trainer, Author, Speaker. Negli anni '90 partecipa alla startup della prima compagnia assicurativa online in Italia seguendo l'intero ciclo di vita del cliente. Dal 2013 come consulente e formatore aiuta le imprese a sfruttare il servizio clienti digitale come leva di business. Fondatore di CustomerServiceCulture.com, è autore di libri tematici e speaker a convegni in Italia e all'estero. Lecturer all'Università Bicocca di Milano

Related Posts